Pantelleria, il dammuso tirato a lucido

Metti un vecchio dammuso a Pantelleria in condizioni di totale fatiscenza. E metti l’intervento di Ca’Nova per un restauro completo, interno ed esterno. L’intonaco scelto ha rispettato i colori dell’isola. La ricerca delle zellige marocchine (La ceramica marocchina) per i rivestimenti, il cocciopesto blu per le decorazioni e la pietra tunisina anticata per le superfici hanno contribuito a creare un perfetto ponte concettuale tra l’Italia e la vicina parte settentrionale dell’Africa. Nel nostro laboratorio sono stati creati splendidi mosaici in pietra a spacco naturale. Il risultato finale è stato la restituzione all’isola di un autentico gioiello.

Metti un vecchio dammuso a Pantelleria in condizioni di totale fatiscenza. E metti l’intervento di Ca’Nova per un restauro completo, interno ed esterno. L’intonaco scelto ha rispettato i colori dell’isola. La ricerca delle zellige marocchine (La ceramica marocchina) per i rivestimenti, il cocciopesto blu per le decorazioni e la pietra tunisina anticata per le superfici hanno contribuito a creare un perfetto ponte concettuale tra l’Italia e la vicina parte settentrionale dell’Africa. Nel nostro laboratorio sono stati creati splendidi mosaici in pietra a spacco naturale. Il risultato finale è stato la restituzione all’isola di un autentico gioiello.

Com’era prima

Com’è ora